Intervista: Jeffrey Yang su MondoDiscus

27 aprile 2010
world discus breeder

world discus breeder

L’intervista: Jeffrey Yang su MondoDiscus

di Rosario Curcio traduzione di Giovanni Conforto

 

Chi è Jeffrey Yang? Da quanto tempo allevi discus?


Ho iniziato ad allevare discus più o meno nel 2001. Nasco come hobbysta per poi diventare allevatore professionista e poi ancora esportatore dalla Malaysia. Nel campionato mondiale di Duisburg del 2008, ho vinto il premio Champion, primo e secondo classificato nella categoria Red.

Qual è il tuo genere preferito di discus e perché?


Il mio discus preferito rimane sempre il Leopardsnakeskin. E ‘stato il Leopard Snake Skin che mi ha ipnotizzato ed ha fatto nascere in me una passione così forte per i discus. Da allora, non mi sono mai guardato indietro. Il motivo principale per cui il Leopard Snake Skin rimane il mio disco preferito fin dall’inizio è la sua ragnatela di macchie e colori vibranti. Spesso, chi non ha familiarità con i discus, arriva a scambiarlo per un pesce marino! E non c’è da meravigliarsi se negli ultimi 10 anni circa, i Leopardsnakeskin è sempre stato uno dei candidati top a vincere il premio Grand Champion e il premio Best of Show, in ogni competizione.

Quali sono i criteri che usi nel fare la selezione
del discus per la riproduzione?


In generale: la salute complessiva, la forma e l’assenza di difetti genetici saranno i pre-requisiti per la selezione dello stock di cova. Per me, la cosa più importante è individuare e identificare il primo tratto e le caratteristiche del particolare tipo di cui si desidera portare avanti la discendenza.

super san merah discus

 


Secondo il tuo parere il disco è un pesce difficile o facile da allevare?


Non è difficile allevare discus se siete semplicemente desiderosi di allevarli, senza tenere conto di tutti gli altri fattori riguardanti il lignaggio e la genetica. Con una buona esperienza e una corretta comprensione del comportamento del discus, si possono facilmente padroneggiare le principali tecniche di allevamento del discus. Le difficoltà nascono quando si desidera che un particolare esemplare maschio si accoppi con un determinato esemplare femmina, con l’obiettivo di trasmettere alla prole specifici tratti presenti nei genitori. Bisogna essere creativi, a volte, nell’intento di formare una coppia, per non parlare del fatto che ci vuole molta pazienza e senz’altro un pizzico di fortuna!

Esiste, a suo avviso, un particolare tipo di discus
più difficile da allevare rispetto ad altri?


Si tratta di una questione soggettiva, perché la sfida può essere vista da diverse angolazioni. In termini di tempo, la Flora Altum richiede un periodo molto più lungo per maturare, in confronto ad altri ceppi. In genere, ci vogliono circa tre anni prima che si vedano i primi segni di maturità. In termini di resistenza genetica, i Golden Spotted puri sono di solito più deboli ed è difficile far crescere la prole. Inoltre, è molto raro trovare un maschio fertile di Golden Spotted. In termini di tecnica, il ceppo albino ha tutto un suo peculiare insieme di norme e requisiti da tenere presenti per allevarlo e far crescere i piccoli.

yellow diamond discus

 

Quali sono gli aspetti principali nella gestione di un allevamento come il suo?


Alimentazione regolare, cambi d’acqua e disinfezione dei pesci. La parola chiave in questo caso è  ‘tempestivo’. E l’aspetto principale nella gestione di un allevamento come il mio è ‘disciplina’.

Stai allevando un a tua linea particolare di discus?


Sono concentrato su poche linee di discus al momento. Dal mio successo del 2008 a Duisburg, alcuni degli hobbisti che hanno familiarità con il mio lavoro vorrebbero conoscere le linee di discus rossi: “Rouge Velvet” e “Valentine”, che sto portando avanti nel settore del discus. In questo periodo, sto lavorando anche su alcuni ceppi molto interessanti che comprendono il Leopard Ring, il Vertical Snakeskin ed anche il Super Eruptions

Quali sono gli sforzi in termini di tempo, risorse umane
e tecnologie per realizzare una linea autoprodotta di discus?


Per ottenere la Valentine Red, che ha vinto il premio Champion nella categoria “red” di Duisburg, ci sono volute 3 generazioni, e abbiamo speso circa 4-5 anni  per riuscire a produrre una versione pulita e avanzata del Red discus bianco.

 

penang eruption discus

 


Pensi che avere la propria linea di discus può essere utile

nel vostro paese, quando si fa commercio di discus?


Certamente sì. E ‘sicuramente utile per promuovere gli scambi commerciali del paese. Ci vuole un sacco di orgoglio e impegno per commercializzare la propria linea di discus. Per sostenere il brand, si devono intensificare gli sforzi più del normale, garantendo la qualità e gli standard del pesce esportato. Tutto questo fa crescere l’entusiasmo in ambito hobbistico e, al tempo stesso, alza il livello del professionismo.


Per te, esiste  ” Malaysia Discus Style”?


Sì, io credo che esista il ‘Malaysia Discus Style’. Per lo più, quando si parla di discus malesi, la prima cosa che viene in mente è che noi allevatori della Malesia effettuiamo grandi cambi d’acqua, di solito due volte al giorno! Questo è possibile solo perché disponiamo di acqua con parametri piuttosto adatti al discus e siamo benedetti da un clima che ricorda da vicino l’Amazzonia. Altra cosa nota sugli allevatori malesi è che abbiamo un debole per la creazione di nuovi ceppi di discus. Sebbene la maggior parte di noi non raggiunga il successo nel farlo, ciò non ha intaccato il nostro spirito nel voler creare ceppi sempre più interessanti da mostrare al mondo. Se guardiamo indietro nella storia, vedremo che un buon numero di nuove varietà e di mutazioni sono state scoperte in Malesia. Spero che questo trend continui in Malesia e inviti tutte le altre nazioni ad essere più motivate nella creazione di nuovi ceppi, al fine di rendere questo hobby ancora più vivace e appassionante di quanto non lo sia già.

 

altum flora discus


Cosa ne pensi della cultura nel vostro paese circa l’acquario in generale

e in particolare … sui Discus, ovviamente?


Credo che si possa fare di più per l’hobby del discus nel mio paese. Attualmente, la maggior parte delle persone che sono coinvolte nell’allevamento del discus sono allevatori professionisti. Tra gli acquariofili hobbisti non è molto diffusa la conoscenza del discus. E’ spesso percepito come un tipo di pesce difficile da allevare e quindi generalmente evitato dall’hobbista medio. E’ raro vedere discus in vetrina nei negozi di acquariologia. Forse con un po’ più di consapevolezza e di “cultura”, la bellezza e l’eleganza del discus potranno essere apprezzate, accettate e meglio comprese dall’hobbista medio.  

C’è qualche allevatore straniero a cui ti ispiri?


In Europa senz’altro Alexander Piwowarski. La sua risolutezza nel portare a perfezione e tirar fuori le qualità migliori nel ceppo Turchese è ammirevole e d è qualcosa che non si vede molto spesso ai nostri giorni. Anche se devo ancora incontrarlo personalmente, ammiro la sua dedizione e spirito in questo hobby.

In Asia, ma al di fuori della Malesia, senz’altro Wayne Ng. La sua introduzione della misura jumbo e del tipo “high body” negli anni novanta ha creato un vero trambusto e ha stabilito un nuovo standard per l’industria del discus. Ancora oggi, la maggior parte degli allevatori malesi sta seguendo le sue orme nel rendere “high body” tutti i ceppi nella nostra collezione.

Chi sono, per te, i migliori allevatori di discus del mondo?


E’ molto difficile rispondere a questa domanda, dal momento che io conosco personalmente un certo numero di persone di grande talento che ha raggiunto risultati difficili da eguagliare. Se dovessi fare un nome, allora probabilmente sarebbe Tony Tan di IP Discus. Il motivo per cui ho nominato lui è per il modo in cui ha rivoluzionato gli standard di allevamento del discus in Malesia. In un’epoca in cui la ricerca di nuovi ceppi era sulla bocca di tutti e guidava il settore, Tony arrivò con il suo discus, facendo una ferma dichiarazione: non bastava che i discus fossero nuovi e originali, ma dovevano avere anche una buona forma e un’ottima salute. E ha applicato questo principio su larga scala, con grande efficienza operativa e consistenza. Al suo massimo d’espansione, aveva sette aziende per un totale di oltre 1000 vasche. Ci sono pochi dubbi sul fatto che si elevi sopra i tanti allevatori di talento del discus.

Comunque, detto tutto questo, una cosa che veramente mi ha impressionato e che lo rende grande e lo distingue da tutti gli altri è il suo essere umile, nonostante tutto il successo che ha ottenuto. E’questa umiltà che lo rende così ben voluto e rende tutti i suoi successi pienamente meritati.

Nella tua esperienza esistono particolari presupposti

per l’allevamento di discus sani e quali sono i problemi più comuni legati

alle malattie che possono manifestarsi in allevamento?

 

Credo che il problema più comune adesso riguardi i difetti genetici che vengono tramandati di generazione in generazione. I tratti indesiderati più diffusi sono la fronte sporgente, le deformità della colonna vertebrale o la forma del corpo troppo allungata.


Parlando di Italia… Hai mai sentito parlare o conosci qualche allevatore italiano

o nome italiano legato al mondo del discus?


In questo momento so solo di una manciata di italiani che sono coinvolti in discus. Sinceramente, non ho ancora molta familiarità con quanto succede in Italia in ambito discus, a causa della barriera linguistica. Tuttavia, tutto ciò è destinato a cambiare dopo che avrò visitato l’Italia nel corso di quest’anno per partecipare all’evento Napoli Aquatica a Napoli.


Cosa ne pensi del nostro sito web “Mondodiscus”?


Penso che MondoDiscus sia una grande piattaforma che consente agli hobbisti di ottenere maggiori informazioni sul discus e gli avvenimenti nel commercio di settore. Le foto in questo sito sono eccezionali! Catturano la vera bellezza di questo hobby. Anche se non capisco l’80% del contenuto in quanto non è in inglese, le foto da sole sono sufficienti per sedurmi e mi tengono incollato sul sito web. E ‘ uno dei migliori sul sito discus che ho visto fino ad oggi. Un sacco di duro lavoro ci  deve essere dietro alla manutenzione di questo sito e vorrei che il team ottenga un grande successo. Continuate così questo lavoro fantastico!

 

 

L’ultima questione è la domanda che facciamo a tutti gli allevatori:

Se io ti chiedo di dare solo un consiglio ad una persona che vuole iniziare

ad allevare discus, quale sarebbe?


Fatelo per amore del discus e non per amore del denaro.


Grazie mille Jeffrey  Rosario

 


{mosimage}


Italian Discus Annual Italian Discus Contest
Italian Discus Annual
Italian Discus Contest


Comments to “Intervista: Jeffrey Yang su MondoDiscus”


  1. […] Jeffrey Yang su MondoDiscus di Rosario Curcio-trad. Giovanni Conforto […]


Mondo Discus
© 2013