Caridine di Andrea Sassi

23 ottobre 2009
Caridine world breeder

Caridine world breeder


Le Caridine di Andrea Sassi

a cura di MondoDiscus

 

La passione delle Caridina nasce in me dalla curiosità di allevare dei crostacei che richiedano poco spazio e che non presentino nessun tipo di aggressività. Qualche tempo fa mi avvicinai al mondo di questi esseri corazzati dedicandomi alla riproduzione dei cosiddetti Chelati superiori (gamberi e affini) ma la necessità dei giovani di avere ampi spazi per evitare forme di cannibalismo mi bloccò la passione. Con la maggior parte delle Caridina ciò non accade cosicchè nelle mie vasche da 30 litri non è difficile trovare anche più di 400 esemplari. La prima specie che decisi di allevare furono quelle appartenenti al gruppo delle Caridina cantonensis essenzialmente per due motivi: l’acqua di allevamento, molto simile a quella dell’acquedotto di casa, e il range di temperatura in cui vivono 17-28°C, nessuna esigenza di riscaldare eventualmente di raffreddare d’estate. Fortunatamente la stanza dove ho posizionato le vasche è molto fresca, non ricevendo mai il sole, e ciò garantisce che anche nei periodi più caldi riesca a mantenere la temperatura al di sotto dei 28° C.

 

 

babaulti

Babaulti

 

 

 

blue tiger blond eye

Blue Tiger Blond Eye

 

 

 

gracilirostris

Gracilirostris

 

 

Ho iniziato con delle Red Crystal attratto dalla loro livrea e dalla possibilità di dedicarmi anche alla selezione delle varietà più pregiate. Accanto a queste ho poi inserito nell’allevamento delle Black Crystal e successivamente delle Blue Tiger Blond Eyes. Un po’ attratto dalla novità ho anche allestito una vasca per delle Caridine Cardinal provenienti dal Sulawesi. Queste ovviamente mi hanno impegnato moltissimo poiché amano una chimica dell’acqua completamente opposta alle C. cantonensis: acqua tenera e molto basica e calda (28-29° C). In ultimo ho avuto la rara occasione di trovare delle Halocaridina rubra, una specie endemica delle Hawai che vive in acqua salmastra, con una biologia abbastanza curiosa ma di facilissimo allevamento: purtroppo, per il momento, queste non si sono ancora riprodotte. Al momento a casa ho 16 vaschette allestite che questi crostacei… quasi un secondo lavoro che però aiuta a disintossicarsi dai Discus!!!

 

 

snow white

Snow White

 

 

 

babaulti

Babaulti

 

 

Il gruppo delle Caridina cantonensis va allevato in vasche con un substrato molto poroso. Particolarmente adatto è l’akadama poiché la sua porosità da la possibilità alle patine batteriche, di cui piccoli e adulti si nutrono, di svilupparsi e al contempo aiuta a mantenere basso il pH trattenendo la durezza carbonatica. Come impianto di filtrazione un piccolo filtro a spugna. Arredi: muschi e dei legnetti. Compagni di vasca solo delle piccole Planorbarius: indicate sia perché mantengono pulita la vasca dalle alghe e da eventuali avanzi di cibo sia perché sono indispensabili nell’accrescimento dei piccoli. Alimentazione: zucchine, spinaci, germogli di soia tutti preventivamente scottati, alimenti composti specifici per gamberetti.

 

 

halocaridina

Halocaridina

 

 

 

halocaridina rubra

Halocaridina Rubra

 

 

 

propinqua

Propinqua

 

 

Evitare l’eccessiva somministrazione di alimenti iperproteici, soprattutto in fase invernale quando la temperatura si abbassa; altrimenti i gamberi crescono troppo velocemente e andranno in muta prima del dovuto, cioè quando il nuovo esoscheletro non è ancora maturo portando alla morte certa i soggetti. Valori dell’acqua: pH 6-7; GH 3-6° dH; KH 2-3° dH: microsiemens 100-250(µS/cm); T. 17-28° C. La temperatura ideale è di 23-24° C; al di sopra dei 28° C areare molto bene la vasca. La riproduzione è alquanto semplice le femmine liberano dai 20 ai 30 piccoli ogni 3 settimane nel periodo riproduttivo. I piccoli sono già completamente autonomi, non hanno forme planctoniche e si alimentano prevalentemente di patine batteriche. Se notate un certo fermento in vasca con i gamberetti tutti i movimento, non vi preoccupate, qualche femmina, pronta per l’accoppiamento, ha liberato dei feromoni stimolando i maschi alla “caccia della compagna”.

 

 

red bee grado SS

Red Bee Grado SS

 

 

 

cardinal

Cardinal

 

 

Le Cardinal sono per allevamento e necessità completamente opposte alle C. cantonensis. Queste si sono sviluppate filogeneticamente nel Malili Lake System: un ambiente alquanto particolare e stabile. La vasca deve essere il più possibile spoglia, sabbia fine leggermente calcarea e come arredamento delle rocce sovrapposte a creare molti anfratti, eventualmente qualche tronco. Non consiglio vegetazione. Come sistema filtrante un piccolo filtro a spugna e in questo caso un termo- riscaldatore. Come compagni di vasca delle lumache del genere Tylomelania sp. che presenti nel loro habitat naturale di origine. Alimentazione: zucchine, spinaci, germogli di soia tutti preventivamente scottati, alimenti composti specifici per gamberetti. In questo caso una somministrazione di alimenti proteici è abbastanza gradita, magari una volta alla settimana. Valori dell’acqua: pH 8.3; microsiemens 200-250(µS/cm): T. 27-28° C.

 

 

red bee

Red Bee

 

 

 

red crystal

Red Crystal

 

 

Avere un pH così alto con una conducibilità così bassa richiede una scarsissima presenza di CO2 (questo è uno dei motivi per cui sconsiglio la presenza di piante), una assenza di acidi organici, e una durezza totale completamente sbilanciata verso la carbonatica. Per ottenere questi valori sono necessari frequenti cambi dell’acqua, arredi leggermente calcarei e la presenza di vasca di una piccola dose di carbone iperattivo che andrà sostituito frequentemente. Per la mia esperienza temperatura e pH sono valori indispensabili per allevare e riprodurre questi gamberi. In più come tutti i crostacei sono sensibilissimi all’ammoniaca: per questo motivo e anche a causa delle esigenze legate al pH e alla temperatura sono soggetti particolarmente sensibili al trasporto soprattutto nei periodi freddi. Se le condizioni ambientali vengono rispettate la riproduzione è alquanto semplice e simile a quella delle C. cantonensis


 

CARIDINE DEL CAMPIONATO DI HANNOVER

 

 

hannover king kong

Hannover King Kong

 

 

 

hannover panda

Hannover Panda

 

 

 

hannover tiger

Hannover Tiger

 

 

 

hannover red sakura

Hannover Red Sakura

 

 

 

hannover tiger

Hannover Tiger

 

 

 

hannover tomato

Hannover Tomato

 

 

 

hannover white

Hannover White

 

 

 

hannover yellow

Hannover Yellow

 

 

 

hannover black orange

Hannover Black-Orange

 

 

 

 


RITORNA IN HOME PAGE I MINI ACQUARI

 

Image

©MondoDiscus.com. È vietata la riproduzione, anche parziale, delle illustrazioni, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso dell’autore.

 


Intervista Sebastian Gabler Discus Contest Praga – Repubblica Ceca
Intervista Sebastian Gabler
Discus Contest Praga – Repubblica Ceca

Mondo Discus
© 2013