Le caridine in acquario

31 agosto 2009
non solo discus icon

Image

 

GAMBERETTI D’ ACQUA DOLCE

 

Andrea Scarenzi

 


La mia esperienza, nata alcuni anni fa con caridina multidentata (ex japonica) mi ha portato ad allevare alcuni di questi simpatici amici, come caridina babaulti razza green, neocaridina heteropoda (red cherry, sakura), caridina breviata hummel e caridina cantonensis (crystal red). Ora vi dirò le mie esperienze e un’ infarinatura generale sulle razze allevate.

 


 

LA CARIDINA JAPONICA

 

è senza dubbio la più facile da allevare, le dimensioni da adulte sono nelle femmine 4-5 cm, nei maschi 3,5-4, la temperatura ideale varia dai 15 ai 25 gradi, ma possono vivere senza problemi anche a 30 gradi, infatti io le ho da un paio d’ anni nell’ acquario con i discus. I valori sono molto ampi, kh e gh da 2 a 10, ph 5,5 a 7,5, ho potuto constatare che un kh2 gh4 ph leggermente acido tipo 6,8 gli garantiscono una vita lunga e senza problemi.

 

La caridina per lo più trasparente presenta sui fianchi dei puntini rossi. Per la riproduzione invece non è un gamberetto semplice, infatti si riproduce in acqua salmastra, sciogliamo circa 17 grammi di sale per ogni litro d’acqua e teniamo la temperatura sui 25 gradi in una vaschetta di 5 litri, dopo circa 30 giorni le larve si staccano, prima sono tenute sotto le appendici notatorie. Quindi ritengo questo un gamberetto molto facile e adattabile da allevare, ma non per la riproduzione.

 


Image

caridina japonica

caridina japonica

 

 


 

CRYSTAL RED

secondo il mio modesto parere uno dei più belli, ma non di facile allevamento, lo si raccomanda solo ad acquariofili già esperti nell’ allevamento di altre caridine più semplici.


Questa è una selezione piuttosto recente, gli occhi sono rosso scuro o nero, sul corpo sono presenti strisce bianche e rosse. Questo gamberetto per mia esperienza personale non resiste ad alte temperature dell’acqua , ideali 20-25 gradi, oltre i 27 diventa difficile farla sopravvivere, è anche molto delicata nei cambi dell’acqua bisogna cambiarne poca e molto spesso, cambi generosi e fatti in poco tempo sono molto deleteri. I valori ideali dell’acqua sono gh 4-6 , kh 2-4 , ph 6,5-7. Le dimensioni da adulta variano dai 2,5 ai 3,5 cm. I maschi sono leggermente più filiformi e leggermente più piccoli delle femmine, queste ultime presentano un ventre più gonfio dove una volta fecondate le uova vengono spostate sotto l’addome.


Secondo me questa è una caridina che non può vivere con pesci aggressivi e che prediligono temperature elevate, indicati acquari piccoli mono specifici o con pesci tranquilli, è anche molto sensibile ai fertilizzanti soprattutto a base di ferro o rame. Per l’ alimentazione alghe, verdure bollite, mangimi specifici per caridine.

 


cristal red

cristal red

red cristal

 

 


 

RED CHERRY E SAKURA
La neocaridina è un gamberetto originario della Cina del sud, esistono molti ceppi compresi in questa specie (razza red, sakura, rosè, fragola, selvatica, okayama, verde, blu). Io ho allevato e riprodotto le red cherry e le sakura, le dimensioni variano dai 2 ai 3 cm producono dalle 20 alle 50 uova, i nasciturni al momento della schiusa sono già autonomi e possono alimentarsi da soli con quello che trovano in vasca.

 

I maschi sono più piccoli e trasparenti, le femmine invece sono di un rosso molto più intenso e hanno l’ addome più ampio perché devono alloggiare le uova.

 


caridina sakura
caridina sakura
caridina sakura
Image

maschio più piccolo sbiadito in alto, femmina più colorata in basso.


Si possono allevare con ph tra 6,5 e 7,5 anche più alto ,kh e gh intorno 4-8, temperatura 22 -27 gradi ma sopportano tranquillamente anche fino a 30, bisogna solo aumentare la temperatura gradatamente. Nitrati bassi. Sono gamberetti di facile allevamento io li riesco tranquillamente a tenere con i discus , la loro riproduzione è uguale a crystal red solo che è molto meno esigente ed è facile accrescere i piccoli. La consiglio per iniziare al principiante, può dare parecchie soddisfazioni.


femmina di sakura la colorazione rossa è più intensa di una red cherry.
La sakura ha una colorazione rossa più intensa , anche i maschi sono molto più colorati dei cherry, queste due razze si possono ibridare tra loro dando alla luce soggetti misti.
Incrocio tra le due razze sakura e red, con sacchi ovigeri dietro la testa dove si stanno formando le uova che poi sposterà sotto l’ addome
Appena possibile proseguirò con le altre specie allevate.

 

Un saluto Andrea (fashion).

 

 


 

Image

 


 

 

 


Le caridine su MondoDiscus Dal forum MD: Discussioni sulle selezioni del rosso turchese
Le caridine su MondoDiscus
Dal forum MD: Discussioni sulle selezioni del rosso turchese

Mondo Discus
© 2013