Acquari italiani: La vasca di Matteo Venier

27 ottobre 2008

Image


La vasca di Matteo Venier

di Matteo Venier (matteosuperdionea)

 

 

acquario con scalari

 

VASCA:
è un rio 300 della juwel, le misure sono 120x50x60h.

FILTRAGGIO:
ho deciso di tenere il filtro interno in dotazione con l’acquario, per semplificare le cose (togliendolo con le mie mani avrei fatto
olo danni) ed è più che sufficiente per la quantità di pesci che ho inserito.

ILLUMINAZIONE:
anche qui ho lasciato i due neon T5 da 58W in dotazione con l’acquario , ci ho aggiunto solo i riflettori.

RISCALDATORE: della juwel, da 300W

ALLESTIMENTO:
il fondo è composto solo di ghiaino fine, non ho utilizzato il fondo fertilizzante perchè a mio parere crea solo problemi, per fertilizzare
le radici uso abbondanti pastiglie fertilizzanti per le radici. ho utilizzato per l’arredamento 4 radici ramificate e 3 roccie pagoda, piano ci ho piantato attorno varie piante, in mio obiettivo è di creare un acquario quanto più naturale possibile. l’allestimento nelle foto ha solo 4-5 mesi, quindi manca ancora un pò di tempo per arrivare al risultato.

CO2 E FERTILIZZAZIONE:
utilizzo una bombola da 800 g , con tutte le atrezzature base dell’askoll. uso circa 50-60 bolle al minuto.
una volta a a settimana inserisco una piccola dose di fertilizzante liquido generico della tetra.

 

PIANTE:
vallisneria spiralis
vallisneria americana
vallisneria gigantea
echinodorus madagascariensis
echinodorus ozelot “red”
echinodorus bleheri
echinodorus ozelot “green”
sagittaria subulata
vesicularia dubyana (anche flame moss)
higrophila polisperma
criptocoryne varie
rotala rotundifolia
aponogeton madagascariensis

VALORI DELL’ACQUA:
Ph  7
KH 6
GH 10
NO2   0
NO3  10
T  24

 

 

acquario con scalari

 

acquario con scalari

acquario con scalari

 


POPOLAZIONE
:
10 scalari F1 , forma selvatica
30 cardinali
12 barbus titteya
1 ancistrus
1 siamensis
1 rineloricaria red
12 corydoras trilineatus
3 botia macracantha
dis

ALIMENTAZIONE:
mangiano 3-4 volte al giorno prevalentemente scaglie e granulato oltre
a tubifex, chironomidi, artemia liofilizzati saltuariamente.
qualche volta aggiungo vitamine al cibo secco.

ACQUA:
cambio 60 litri ogni 15 giorni, metà osmosi e metà rubinetto trattata con biocondizionatore.
MANUTENZIONE: quasi assente, mi limito a potare e risistemare le piante quando crescono troppo, il fondo cerco di non toccarlo
per far crescere bene le radici delle piante, e lasciarle espandersi e riprodursi.
il mio obiettivo di questo acquario è cercare l’autonomia, l’autosufficienza ,cercando di intervenire con le mani dentro
l’acqua il meno possibile.  ho piantumato moltissimo per migliorare
l’equilibrio generale, i cambi d’acqua in questo modo li faccio
solo ogni 15 giorni senza problemi di inquinamento.

 

scalari
scalare
corydoras

 


Image 



Gli acquari italiani Acquari italiani: la vasca di Luca Bosetti
Gli acquari italiani
Acquari italiani: la vasca di Luca Bosetti

Mondo Discus
© 2013