Acquari italiani: La vasca di Antonio Candido

27 ottobre 2008

Image


La vasca di Antonio Candido

di Antonio Candido (antonio77)

 

 

Image

La vasca

L’Aquario è un Juwell Rio 180 hi-light completo di tavolo originale con misure L 101 x P 41 x H 50 cm da 180 litri lordi allestita agli inizi di aprile 2010.

 

Filtraggio
Sono installati in questa vasca 2 filtri, quello juwel interno e un eheim 2215 classic:
Il filtro interno non è stato modificato e prevede la configurazione originale con unica differenza l’ abolizione della spugna nera ai carboni attivi, sostituita con abbondante lana di perlon;
Il filtro esterno 2215 classic della eheim è stato riempito , dal basso verso l’alto seguendo il flusso dell’acqua con: Spugna a maglia media, due litri di cannosit e lana di perlon.
La manutenzione dei filtri è minima e limitata a sostituire la lana circa ogni mese.

 

Riscaldamento
La temperatura dell’acqua è gestita dal termo riscaldatore da 200 w originale della juwel.

 

Illuminazione
Anche per quando concerne l’illuminazione non ho apportato modifiche alla configurazione originale, che comprende 2 neon T5 da 45 watt,  uno da 9000 K° e l’altro da 4000 K° con misure fuori dallo standard come consuetudine della juwel. Unica aggiunta è stata quella dei riflettori su entrambi i tubi.
Il fotoperiodo ha raggiunto le 10 ore  attuali, dopo un progressivo aumento settimanale partendo da 4 ore. Dopo aver raggiunto le 11 ore di foto periodo sono ritornato a 10 perché ho notato che le piante dopo questo limite avevano già dato tutto quello che potevano e tendevano a chiudere le foglie come fanno solitamente nella fase notturna.

 

Allestimento
Il fondo è composto da due tipi di fertilizzante, il primo strato partendo dal basso è composto da substrato Tetra mischiato con dell’ akadama  Master Soil Wave a granulometria media 1/3 cm mentre il secondo strato è composto da sola Akadama uguale a quella usata per fare il primo strato. Il tutto è stato ricoperto da ghiaia con granulometria 1-2 mm per circa 3/4 cm. Il fondo ha uno spessore di circa 6 cm sulla parte posteriore della vasca e circa 4 sulla parte frontale. Non ho usato cavetti riscaldanti.

FertilizzazioneNelle prime settimane dall’avvio ho usato per la fertilizzazione la linea della Dupla, usando in particolare il Dupla Plant 24, 1 goccia ogni 50 litri ogni giorno e il Dupla Plant, 1 compressa ogni 20 litri di acqua del cambio. Ben presto questo protocollo di fertilizzazione è diventato insufficiente con conseguenti segnali di mal’essere da parte delle piante che tendevano a rovinare le foglie e a ingiallirsi. Da qui la decisione di puntare su una linea di fertilizzanti più professionale optatondo per i prodotti della brightwell. La scelta è dovuta al fatto che la fertilizzazione avviene per singoli nutrienti o gruppi ,  potendo così scegliere per un utilizzo mirato a seconda delle necessità. I Prodotti sono il brightwell Florin Fe, Florin  K+ e Florin Multi tralasciando il Florin Gro e Floin Axis, il primo a base di Azoto e il secondo a base principalmente di carbonio. Ho scelto di non usare questi prodotti perché avendo una popolazione  ittica  abbastanza numerosa, i prodotti azotati non mancano, infatti il Florin Gro è consigliato per acquari con scarsa presenza di pesci, il secondo non lo uso perché erogo  Co2 già in gran quantità, circa 100 bolle minuto e di conseguenza non ne vedo l’utilità, inoltre, altre sostanze presenti nel Florin Axis sono presenti nel FlorinMulti. 

 

Tabella con elencati le principali sostante contenute nella linea di fertilizzazione.
Ho preferito utilizzare un protocollo di fertilizzazione giornaliera e non settimanale onde evitare l’eccessivo accumulo di nutrienti in vasca nei primi giorni, evitando di dare alle alghe spunto per nascere e crescere.
I dosaggi sono i seguenti:
Florin Fe 3 ml al giorno
Glorin K+ 3 ml al giorno
Florin Multi 4 ml al giorno
Come detto erogo circa 100 bolle minuto di Co2 e l’impianto è costituito da una bombola ricaricabile da 1Kg, conta bolle con valvola in vetro dennerle e atomizzatore Askoll, il tutto comandato da una elettrovalvola. L’erogazione  della Co2 avviene esclusivamente durante il fotoperiodo di 10 ore.

 

Piante
Vallisneria Gigantea,
Sagittaria Sabulata,
Echinodorus Ozelot
Hygrophila polisperma varietà rosa
Hygrophila Carimbosa
Bacoba Caroliniana
Rotala Rotundifolia
Anubia Barteri nana
Criptocorine  Walkeri
Criptocorine Wendtii

 

Valori dell’acqua
Ph 6,5
Kh 4
Gh 8
No2 0
No3  10 mg/l
Po4 0,01
Sio4 prossimi allo 0
Nh3-Nh4 0
Fe da 0,75 a 1 mg/l


 

 

 

Image
Image 

Image

Image

Image

Image

 


Popolazione
5 Ramirezi Gold
10 Otocynclu
3 Crossocheilus siamensis
30 Cardinali di cui una diecina Neri
5 Cory
5 Ampullarie gold
I pentati 3 volte al giorno con fioccato SHG

 

Cambi d’acqua è manutenzione
Cambio 30 litri d’acqua a settimana usando solo acqua di osmosi ricavata da un impianto con filtri anti fosfati e silicati e rimineralizzata con sali JBL, riesco cosi ad avere valori di Nitrati stabili tra 8 e 10 mg/l. Ogni 15 giorni procedo con una blanda sifonatura con pulitura dei vetri usando solo lana di perlon per rimuovere le eventuali alghe verdi puntiformi che si formano sui verdi.

 


 

 

Image
Image
Image 

 

 


Image



Gli acquari italiani Acquari italiani: la vasca di Luca Bosetti
Gli acquari italiani
Acquari italiani: la vasca di Luca Bosetti

Mondo Discus
© 2013