L’Asino Ragusano

25 gennaio 2008

 

In collaborazione con
Segnalato da Siciliaorientale.com

 

L’Asino Ragusano è una delle razze animali
più pregiate della Sicilia. Anche se in passato ha rischiato l’estinzione,
da qualche anno si è tornati ad allevarlo e a valorizzarlo, e oggi rappresenta
una importante risorsa per l’intera isola.

 

Pelo folto e arruffato sul capo, temperamento vivace ma
sostanzialmente docile. I bambini ne sono straordinariamente attratti e adorano
accarezzarlo, non solo per la morbidezza del manto, ma anche per il suo carattere
paziente ed empatico
, che sembra gradire le attenzioni dell’uomo. Le stime
più recenti (2007) sull’Asino Ragusano parlano di un numero di esemplari
che si aggira tra i 1.500 e i 2000
in Sicilia. E’ un grande risultato per una razza che
negli anni novanta contava poche decine di esemplari e rischiava seriamente
l’estinzione. Un patrimonio di biodiversità che rischiava di andare
perduto.

 

Un animale riscoperto La chiave per rinascita dell’Asino Ragusano risiede nell’aver saputo trovare nuovi
impieghi
per questo animale: la meccanizzazione dell’agricoltura, infatti,
rendeva inutile il lavoro nei campi di un animale i cui impieghi tradizionali
erano stati proprio la soma e il tiro. Nel tempo si è scoperto che
l’asino ragusano nascondeva ben altre doti: ad esempio le sue asine producono
un ottimo latte ed è particolarmente adatto ad attività come le
escursioni e il trekking (onoturismo) e la pet therapy (onoterapia).
Inoltre continua ad essere protagonista del folclore locale e delle
festività tradizionali. Lo si trova infatti a Natale nei presepi viventi oppure
nelle feste patronali, dove tira il carretto nelle sfilate storiche e viene
utilizzato per giochi e gare.

 

Un asino “giovane”

L’Asino Ragusano è stato ufficialmente riconosciuto come razza
originale relativamente da poco tempo, nel 1953. Discende direttamente
dalle due razze più antiche presenti in Sicilia, l’Asino Pantesco (o
di Pantelleria) e l’Asino Ferrante (o Grigio Siciliano), incrociate
con un’altra rinomata razza italiana: l’Asino di Martina Franca, in
Puglia, e con qualche insanguamento dell’Asino Catalano, pregiata
selezione spagnola.

 

• Area d’origine

i territori dei comuni di Ragusa, Modica,
Scicli e Santa Croce Camerina.

• Area di produzione

tutto il territorio della Sicilia

• Aspetto

mantello baio scuro, criniera e coda nere.
Altezza al garrese: 135-145
cm.

• Temperamento:

nevrile ed energico

• Longevità

può superare i 40 anni

• Particolarità

a differenza di altre razze asinine, si adatta
particolarmente bene anche ai climi freddi.

Il latte d’asina

L’asino di razza ragusana è una delle razze migliori per la produzione di
latte. Il latte d’asina è l’alimento di origine animale con le
caratteristiche organolettiche più vicine al latte materno. E’ particolarmente
indicato nelle diete dei neonati allergici o intolleranti alle proteine
del latte vaccino. Dal latte d’asina si ricavano poi tutta una serie di
derivati, in particolare cosmetici e saponi.
Allevatori in Sicilia: Rosario Leggio – Ragusa; Asilat – Giarre
(Catania); Fattoria Cugno Lupo – Canicattini Bagni (Siracusa); Oasi degli Asini
(Centro di onoterapia)- Rosolini (Siracusa)

 

 

Curiosità e Notizie

>>> Nel
1996 Linea Verde, il programma della RAI, dedicò una trasmissione
all’Asino Ragusano, che risvegliò l’interesse intorno a questo animale e alle
proprietà del suo latte. In quella occasione venne intervistato Emanuele
Nobile
, enotecario di Pachino e infaticabile sostenitore del recupero di
questo animale. Era una tappa importante di un percorso iniziato qualche anno
prima quando, insieme al neurologo di Noto Silvio Bianca, Nobile aveva fondato
il Comitato per la
Salvaguardia dell’Asino Ragusano.

© Philweb

 

 

>>> L’asino ragusano ha anche “servito la patria”. I
suoi muli infatti sono stati fino al 1991 in dotazione dei reparti alpini
dell’esercito italiano. Il mulo veniva spesso ottenuto dall’incrocio con
le giumente del cavallo sanfratellano, un altro pregiato equide della
Sicilia orientale, originario del Comune di San Fratello, sui Monti Nebrodi.

 

>>> Nel 2007 Poste Italiane ha emesso un francobollo
dedicato alle razze asinine più diffuse in Italia. Il francobollo è molto bello
e rende omaggio ad un patrimonio italiano forse non ancora adeguatamente
conosciuto ed apprezzato. Probabilmente, però, c’è stata qualche incertezza da
parte dei disegnatori, visto che l’Asino Ragusano è raffigurato con un mantello
grigio e non baio.

 

 
L’asino in fiera
Mostre e concorsi dedicati all’Asino Ragusano in Sicilia:

  • Fiera Agricola Mediterranea
    di Ragusa (settembre)
  • Fiera Zootecnica di
    Canicattini Bagni (Siracusa) (aprile)
  • Agrifiera di Testa
    dell’Acqua- Noto (Siracusa) (aprile)

L’asino sul web
Siti e portali dedicati agli asini siciliani e italiani

 

 

Visita Siciliaorientale.com


Wild discus dal Brasile Fiera Esotica 2008 a Perugia
Wild discus dal Brasile
Fiera Esotica 2008 a Perugia
Mondo Discus
© 2013