Nel regno di Heiko e Natasha

8 novembre 2006
Image
Testo e foto di Rosario Curcio

A pochi passi da Milano nella vasta pianura padana, c'è un pezzo di Amazzonia. Un pezzo importante di storia naturale non solo dell'America Latina ma mondiale, con almeno 50 anni di viaggi, spedizioni, scoperte, e milioni di chilometri e fotografie alle… anzi, sulle spalle. Incontrare Heiko Bleher è sempre un piacere, incontrarlo nel suo regno lo è stato ancora di più, perché è un po' come scoprire lo scopritore o meglio… come la preda che diventa cacciatore. Arrivo con la nebbia come cornice e con il navigatore… come compagno di viaggio. Pensate: io che per fare 300 chilometri uso il navigatore e lui che di chilometri ne ha fatti milioni, usando solamente le cartine, la costanza e la passione.

Sono molto contento e orgoglioso che questo monumento vivente di "geografia mondiale" abbia scelto la nostra bella Italia per viverci.

Pensate che le spedizioni solo in Amazzonia di Heiko fino ad oggi sono 318 (e già tra qualche settimana è di nuovo in viaggio), e la maggior parte delle quali sono state fatte per la ricerca dei discus selvatici. La prima è stata con la sua mamma all'eta di 7-8 anni (1953-1955), e le ultime sono state fatte solamente due mesi fa settembre – ottobre 2006. Questi viaggi non solo non li affronta col navigatore ma sempre in compagnia dei mosquito (non sull'habitat dei Symphysodon discus però, ma durante la ricerca delle altre varietà), e della malaria. Il paludismo è il pericolo più grande, oggi piu di prima, perchè non esiste una medicina preventiva (e quello che vendono in farmacia no fà piu nessun effetto). Nel suo corpo ha tutti e 4 i tipi di parassiti del paludismo (quelli que esistono in tutto il mondo). Ha già avuto 57 attacchi di malaria, però è ancora qua, perchè c'è ancora molto da scoprire, magari non tanto dei discus selvatici, ma di altri pesci di acqua dolce… prima che gli uomini riescano a distruggere tutti gli habitat dei pesci…

Eccoci qua tranquillamente a casa Heiko in compagnia di Natasha, padrona di casa e sua compagna di vita, nonché assistente a 360° e valente fotografa, a parlare di tutto e di più. È un fiume in piena, il suo studio è sommerso da migliaia di libri e milioni di fotografie tutte rigidamente catalogate. Pensate, non usa la macchina digitale, e infatti ha bisogno di molto più spazio (attualmente più di 300 metri di casa non bastano) per archiviare tutte le diapositive di 50 anni di esplorazioni. La cosa che mi ha lasciato esterefatto è che si ricorda di tutte le foto, dell'anno e del luogo della spedizione. casa sua è piena zeppa di libri riviste in tutte le lingue. Alcuni computer sempre aperti sugli articoli da scrivere, conferenze da organizzare e viaggi da studiare. Heiko è una fucina nel vero senso, oltre a parlare correttamente 8 lingue, scrive articoli per tutti i paesi del mondo (infatti sul tavolo ci sono riviste in russo, giapponese, indiano etc. etc.), prepara le conferenze in tutto il mondo, e infatti è in partenza per Londra, parteciperà come giudice al prossimo campionato di Discus di Kuala Lumpur in Malaysia, e sta già organizzando una spedizione top secret. Inoltre insieme a Natasha collabora con alcuni musei di scienze naturali del mondo, per la catalogazione di pesci tropicali.

Nonostante sia presissimo, ha avuto anche il tempo di scrivere un importante libro sui Discus. Sicuramente unico nel suo genere, un documento fondamentale per lo studio e la conoscenza di questo bellissimo ciclide. Prima di andare a cena ho aspettato che mi dedicasse la mia copia… ancora fresca di stampa (due minuti prima che firmasse la mia dedica è arrivato il corriere, per consegnargli alcune copie). Mondo Discus dedicherà molto spazio alla divulgazione di questo magnifico testo di oltre 650 pagine dedicate non solo al discus ma alla natura in generale.

ImageEccovi l'occhio indiscreto della mia macchina che si è fatto strada nel regno di Heiko e Natasha. Che ringrazio per l'opportunità che mi hanno concesso, anzi che hanno concesso a Mondo Discus. Grazie Heiko e Natasha… un caro saluto da Firenze.

Nella foto di copertina, Heiko alle prese con uno spuntino amazzonico occasionale… una larva. Nella giungla non è facile trovare un chioscho di ristoro. A volte capita che le provviste siano lontane dal punto di esplorazione o peggio che siano finite. Gli indigeni, nonostante siano dure, mangiano molto spesso queso tipo di larve.


La larva prima dello spuntino


Image
Primissimo piano di un indios Kayapò. La foto è all'interno del libro

Image
Diapositive… diapositive… diapositive

Image
Uno dei tavoli da lavoro. Sono tutti così, pieni e carichi di storie

Image

Image
Mr Heiko Bleher al lavoro

Image

Image
Ricordi… indimenticabili. Heiko è quello chiaro di carnato… eh eh

Image
Natasha e Heiko

Image

Image
Scaffali pieni zeppi di fotografie tutte catalogate

Image
La stanza lettura… sotto si intravede il tavolo

Image
Libri… libri e ancora libri

Image
Libri e riviste anche sui gradini delle scale

Image
La mia copia con dedica del primo volume di Bleher's Discus


Copyright © MondoDiscus
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche solo parziale,
del testo e delle foto presenti
in questo articolo, senza il consenso dell'autore. 


C come… Corydoras. Corydoras adolphoi Il piccolo Principe alla corte del Re
C come… Corydoras. Corydoras adolphoi
Il piccolo Principe alla corte del Re

Comments to “Nel regno di Heiko e Natasha”


  1. […] Nel regno di Heiko e Natasha di Rosario Curcio […]


Mondo Discus
© 2013