Fotografare in acquario.

18 luglio 2006
FOTOGRAFARE in ACQUARIO
testo e disegni Rosario Curcio 

Premetto che non sono un fotografo infatti non affronterò problematiche di carattere tecnico. Proverò a darvi dei consigli secondo la mia personalissima esperienza. Prendeteli come tali.

Macchina digitale: la mia è una Canon Power Shot Pro1 Digital Camera 8.0 Megapixels. Vanno bene tutte le fotocamere digitali con almeno 5.0 Megapixels. Ci sono persone che fanno foto stratosferiche con macchinette meno potenti. Ma sono… anzi è l’eccezione che conferma la regola… più la macchina è buona e meglio dovrebbe essere??!! Ovviamente la macchina… non fa il fotografo.
La macchina dovrebbe essere posizionata in modalità macro per le riprese da 1 cm fino a 20 cm, altrimenti usate l’impostazione in automatico. Attenzione alla messa a fuoco… l’immagine deve essere nitida anche nell’inquadratura.

Cavalletto: fondamentale solamente per alcune foto, quando cioé l’esposizione deve essere un pò più lunga. Soprattutto nelle fotografie con soggetto fermo… tipo acquario , uova sul cono, pesci che stazionano fermi etc. etc.

Image
Flash: possono essere di tre tipi: incorporato alla macchina, da incorporare alla macchina ed esterno. Il migliore è ovviamente quello esterno che permette di illuminare esattamente il punto più importante della scena, è comandato da raggi infrarossi, poi c’è quello da incorporare che può essere a sua volta di due tipi fisso sul fronte con regolazione in asse oppure snodabile totalmente sull’asse centrale (questa seconda possibilità permette di illuminare a 360°) importantissima è l’inclinazione della riflessione. Mai sparare direttamente sul soggetto, ma cercare un angolo di riflessione che crei una luce omogenea su tutta l’immagine. Avendo il sopra delle vasche in acciaio per me è più semplice avere il riverbero. Infatti il flash spara in alto e non sul soggetto. Sicuramente la digitale con il flash incorporato costringe a più accorgimenti.

 

Image
Inquadratura: con macchina a flash incorporato mai mettersi di fronte al soggetto ma sempre di lato perché altrimenti il riflesso del flash stesso entra nell’obiettivo e la qualità generale dello scatto peggiora sensibilmente. È opportuno aspettare che si metta in posizione il soggetto. vedi l’esempio allegato. mentre invece con il flash incorporato e snodabile è sufficiente posizionare il flash di lato per non  avere il riflesso in macchina.

Image
Attenzione: in questo caso il soggetto risulterebbe allungato.
Il discus assumerebbe la forma ellettica sviluppata in orizzontale. Questo perché l’asse di lettura
non è perpendicolare al soggetto. È come se guardaste un cerchio un po’ inclinato,
la sua forma tenderà ad accorciarsi in altezza man mano che inclinerete… il cerchio stesso. 

GUARDATE L’ESEMPIO CHE SEGUE

Image

Image

 

Image
Ottimo: in assoluto la posizione migliore se vogliamo ottenere le giuste proporzioni del soggetto.
Purtroppo questa posizione possiamo ottenerla solamente con macchine
con flash scorporato dal corpo macchina (per via del ritorno del flash in macchina).
Addizionale direzionale o esterno alla macchina.
Obiettivo della digitale: attenzione all’umidità a contatto con l’occhio si crea una leggera nebbiolina sul davanti, è bene non stare con l’occhio attaccato ma aspettare l’immagine giusta.

Ambiente: vestirsi di scuro perchè il vetro riflette molto le parti chiare e soprattutto le mani. Io non li uso però un paio di guanti neri risolvono il problema. Anche l’ambiente circostante deve essere al buio. Le foto di solito è meglio scattarle di sera la sera, quando l’ambiente è completamente al buio.

Image

Vasca:
una cosa che aiuta molto è il rivestimento esterno delle vasche. Le mie sono tutte bianche o azzurre, per cui aumenta la diffusione della luce, mentre una vasca tutta vetro assorbe. Pulire il vetro frontale prima di fare gli scatti, perchè si forma sempre una leggera patina algale;

Acqua: consiglio di fare un cospicuo cambio con acqua pulita prima di fotografare così il campo acquista in trasparenza.

Image
Pazienza: è sicuramente la cosa più importante. Aspettare di avere l’inquadratura giusta e non scattare a casaccio. Ho aspettato anche un’ora prima di scattare. Il soggetto deve essere posizionato a non più di 20cm dal vetro frontale. Ad esempio il primo piano del pesce sopra raffigurato, era praticamente attaccato al vetro, s’è posizionato da solo davanti all’obiettivo (la macchina era già posizionata da un pò a 5 cm dal vetro). Bisogna prima posizionare la macchina altrimenti se fate al contrario si spaventano.

 

———————————————————— 

Copyright © MondoDiscus
E’ assolutamente vietata la riproduzione, anche solamente parziale, delle illustrazioni,
del testo e delle foto presenti
in questo articolo, senza il consenso dell’autore.

 


A pesca di Geophagus. Parte seconda. Wayne visto da Roncato.
A pesca di Geophagus. Parte seconda.
Wayne visto da Roncato.
Mondo Discus
© 2013